Il lavoro professionale

Il Centro di Pronto soccorso Isola (CPSI), in collaborazione con gli altri reparti ospedalieri, garantisce:  

  • triage;
  • stabilizzazione delle funzioni vitali di un paziente malato in stato critico oppure con lesioni gravi;  
  • diagnostica, consultazioni specialistiche e trattamento delle condizioni urgenti;  
  • servizi di urgenza ambulatoriale;
  • servizi di controllo ambulatoriale per le visite di controllo urgenti fuori dall’orario ordinario;  
  • osservazione intensiva breve (OBI),
  • supporto presso gli organi di magistratura.  

Al CPSI i pazienti sono trattati secondo il principio di necessità: è considerato prima colui che ha urgente bisogno di aiuto. Il grado di urgenza è determinato dal sistema del triage. Questo è il processo attraverso il quale tutti gli utenti determiniamo chi è colui che ha bisogno di aiuto per primo. I pazienti con il codice più alto sono sempre trattati prima di quelli con un codice più basso. Tra i pazienti con lo stesso codice viene trattato per primo il paziente che è arrivato prima, il medico può però decidere di dare la precedenza a bambini, anziani o altri gruppi vulnerabili della popolazione. Il Ministero della Salute della Repubblica di Slovenia ha adottato nel 2013 un programma di formazione “Triage nel sistema di emergenza medica in Slovenia”. Il programma si basa sui principi del sistema del triage di Manchester che in Slovenia si sta appena applicando per passare gradualmente nella pratica quotidiana.

Il CPSI è organizzato in modo da poter offrire aiuto medico di emergenza in ogni momento del giorno, tutti i giorni della settimana e tutto l’anno, ed è capace di assicurare la stessa qualità del trattamento in qualsiasi momento. La continuità del lavoro significa, che il dipartimento si occupa del paziente dall’arrivo, attraverso tutte le fasi di trattamento del dipartimento (la diagnostica urgente e le terapie necessarie) fino alla dimissione del paziente dal dipartimento. Durante i trattamenti il paziente, in linea di principio, non esce dal centro.  

Presso il CPSI il trattamento dei pazienti con codici bassi del triage (blu, verdi) e dei pazienti con codici alti del triage (gialli, arancioni, rossi) si svolge in stanze separate. Più precisamente, i pazienti con codici bassi sono trattati nella parte esterna a libero accesso, quelli con codici alti invece, entrano nella parte interna ad accesso controllato. Le vie dei pazienti non s’incrociano, né all’entrata, né durante il trattamento e neanche all’uscita dal CPSI. Così viene assicurata l’intimità dei gruppi di pazienti più esposti al CPSI e un lavoro tranquillo con tutti e due i gruppi.  

Gli ambulatori di pronto soccorso coprono soltanto le condizioni urgenti e non tutte le condizioni di malattia o di lesioni, cui serve un trattamento specialistico. Dunque, il paziente non può pensare di ricevere nell’ambulatorio di pronto soccorso tutte le prestazioni specialistiche necessarie, se non sono urgenti, anche se a disposizione nell’istituto. L’accesso a tutte le prestazioni specialistiche è regolato dal Regolamento in materia dei tempi di attesa massimi ammissibili per i servizi sanitari individuali e della gestione delle liste di attesa (Gazzetta Ufficiale RS n. 63/2010).   

Lo staff del CPSI cerca di mantenere e migliorare la qualità, la sicurezza e l’efficacia del trattamento dei pazienti del pronto soccorso attraverso un sistema che assicura la qualità del lavoro.  

Il CPSI opera 24/7 – tutti i giorni dell’anno.